Chi Siamo

Noi

Siamo un gruppo d’intellettuali (sociologi, giornalisti, psicologi, pedagogisti, economisti, ecc.) che attraverso il sito sociologiaonweb.it ci prefiggiamo di avviare un dibattito sui principali temi del momento. Quotidianamente siamo bombardati da milioni di messaggi che ci trasformano in soggetti passivi di un sistema di comunicazione monopolizzato del potere economico e politico che narcotizza l’universo ricevente impedendo a larghe fasce di cittadini una lucida analisi degli avvenimenti (e della loro origine) che caratterizzano la  nostra società.

Comunichiamo

In un mondo sempre più veloce tutti noi siamo diventati sudditi dei media. La televisione ci porta in casa falsi modelli, prototipi del consumismo e dell’effimero; i giornali sono diventati delle vere e proprie bacheche in cui tutti hanno la possibilità di affiggere un manifesto. Siamo, purtroppo, al giornalismo gridato, al metodo della trascrizione; i new media e tutta la comunicazione legata alle tecnologie digitali non ci consente di decodificare un semplice messaggio che subito la nostra vita e invasa da mille altri. Dal disorientamento, come fantasmi, nella nostra mente si fanno largo gli eroi e i demoni, le paure e le convinzioni, le scelte e i comportamenti.

Mission

“Sociologiaonweb.it” intende frantumare questi schemi ponendosi come specchio di una società che non vuole subire, ma dialogare e, soprattutto, ragionare. Al “colto come all’inclita” vogliamo offrire una reale possibilità di confronto sereno e razionale su determinati temi che caratterizzano l’attuale società postmoderna, in cui gli interessi del capitale finanziario e delle banche prevalgono sui diritti dei cittadini.

Ultimi Articoli

IL CONTRIBUTO DEL SOCIOLOGO PER IL  RAFFORZAMENTO DELLE POLITICE SOCIALI TERRITORIALI

                                                           Una delegazione del gruppo dirigente dell’ASI (Associazione Sociologi Italiani), sezione Calabria, è stata ricevuta dall’assessore regionale alle Politiche Sociali, Federica Roccisano. La delegazione dei sociologi, composta dal presidente regionale, Franco Caccia e dai vice presidenti Marco Pavone e Giuseppe Bianco, fra i diversi temi trattati nel corso del costruttivo confronto,

Leggi Articolo

UOMINI CHE UCCIDONO LE DONNE: LA VIOLENZA DI GENERE

Per arrivare a comprendere cosa spinge alla violenza di genere, è importante prima fare chiarezza sulle differenze di genere. Si nasce maschi e femmine e si diventa uomini e donne. Cosa significa? Che nasciamo biologicamente con caratteri sessuali di maschi e femmine, ma il nostro ruolo sociale di uomini e donne si costruisce nel tempo

Leggi Articolo

ATTORI SOCIALI IN RETE NELLA SFIDA AL BULLISMO E AL CYBERBULLISMO

  Il bullismo ed il Cyberbullismo sono fenomeni molto gravi in crescita nella nostra società ed il conflitto che causano transita dall’extra-scuola agli ambienti scolastici con comportamenti aggressivi che superano i limiti nei bambini e negli adolescenti. Si commettono reati di condotte aggressive con molestie, ricatti, ingiurie, diffamazioni, furto d’identità allo scopo di attaccare la

Leggi Articolo

“SALUTI DA…”, IL FASCINO DELLA CARTOLINA

Vecchie, belle abitudini che resistono al tempo. Come quella di spedire a parenti e amici la tradizionale cartolina da un luogo di villeggiatura. Un fenomeno ridimensionato dalla posta elettronica, dai social e dalle varie applicazioni legate alle tecnologie digitali. Il fascino della vecchia cartolina: uno scorcio di panorama marino o montano, un monumento, un angolo

Leggi Articolo

SPORT E INTEGRAZIONE, INIZIATIVA DEL CONI CALABRIA RIVOLTA AI GIOVANI IMMIGRATI

Si intitola “Sport e integrazione” il progetto approvato e finanziato dal comitato regionale del Coni, su iniziativa della delegazione provinciale di Catanzaro, per contribuire all’inserimento nella nostra realtà dei giovani migranti, soprattutto minorenni. La proposta ha ottenuto il via libera durante l’ultima giunta regionale del comitato olimpico, nel corso della quale si è proceduto alla

Leggi Articolo

IMMIGRAZIONE, NESSUN COMPROMESSO: VENGA ESPULSO CHI RIFIUTA LA NUOVA TENDOPOLI

Il rifiuto degli immigrati di trasferirsi nella nuova tendopoli di San Ferdinando, recentemente realizzata per dare dignità ai lavoratori agricoli stagionali, non deve essere considerato un fulmine a ciel sereno. Non aver voluto o saputo leggere i segnali provenienti dal vecchio ghetto, dove sfruttamento e intolleranza furono tra le cause della rivolta di Rosarno del

Leggi Articolo