Chi Siamo

Noi

Siamo un gruppo d’intellettuali (sociologi, giornalisti, psicologi, pedagogisti, economisti, ecc.) che attraverso il sito sociologiaonweb.it ci prefiggiamo di avviare un dibattito sui principali temi del momento. Quotidianamente siamo bombardati da milioni di messaggi che ci trasformano in soggetti passivi di un sistema di comunicazione monopolizzato del potere economico e politico che narcotizza l’universo ricevente impedendo a larghe fasce di cittadini una lucida analisi degli avvenimenti (e della loro origine) che caratterizzano la  nostra società.

Comunichiamo

In un mondo sempre più veloce tutti noi siamo diventati sudditi dei media. La televisione ci porta in casa falsi modelli, prototipi del consumismo e dell’effimero; i giornali sono diventati delle vere e proprie bacheche in cui tutti hanno la possibilità di affiggere un manifesto. Siamo, purtroppo, al giornalismo gridato, al metodo della trascrizione; i new media e tutta la comunicazione legata alle tecnologie digitali non ci consente di decodificare un semplice messaggio che subito la nostra vita e invasa da mille altri. Dal disorientamento, come fantasmi, nella nostra mente si fanno largo gli eroi e i demoni, le paure e le convinzioni, le scelte e i comportamenti.

Mission

“Sociologiaonweb.it” intende frantumare questi schemi ponendosi come specchio di una società che non vuole subire, ma dialogare e, soprattutto, ragionare. Al “colto come all’inclita” vogliamo offrire una reale possibilità di confronto sereno e razionale su determinati temi che caratterizzano l’attuale società postmoderna, in cui gli interessi del capitale finanziario e delle banche prevalgono sui diritti dei cittadini.

Ultimi Articoli

LE NORME DI GRUPPO

di Giovanni Pellegrino In questo articolo prenderemo in considerazione le norme esistenti nei gruppi In ogni tipo di gruppo esistono comportamenti consentiti e non consentiti: la funzione delle norme di gruppo è quella di stabilire quali comportamenti sono ammissibili e quali non lo siano in un determinato gruppo sociale. <<== Prof. Giovanni Pellegrino Le norme

Leggi Articolo

IL DIFETTO DEL NAZIONALISMO E L’OPERA DELL’INCLUSIONE SOCIALE

di Domenico Stragapede <<La vita nazionale è, per sé, il complesso operante di tutti quei valori di civiltà, che sono propri e caratteristici di un determinato gruppo, della cui spirituale unità costituiscono come il vincolo>>(Pio XII, Dal Messaggio natalizio del 1954). Dott, Domenico Stragapede ==>> Nell’individuare l’errore nel fenomeno analizzato, l’<<ingroup bias>>, bisogna capire che

Leggi Articolo

I meccanismi che determinano l’uscita da un gruppo

di Giovanni Pellegrino e Mariangela Mangieri La vita sociale è caratterizzata da quel continuo processo che porta gli individui ad entrare e ad uscire dai gruppi. Nella società contemporanea questi processi  di entrata e di uscita dai gruppi sono diventati più frequenti rispetto alle società del passato dal momento che i rapporti interpersonali sono diventati

Leggi Articolo

LA SFIDUCIA NELLA POLITICA VISTA ATTRAVERSO IL CONFORMISMO SOCIALE

Prima di poter iniziare un’analisi di quello che realmente è il processo di sfiducia nella prassi politica, comprese le istituzioni e le figure le quali esercitano le funzioni di esecuzione di tali strutture, bisogna far riferimento al concetto di conformismo sociale, ossia quel “tentativo di capire e spiegare come i pensieri, sentimenti e i comportamenti

Leggi Articolo

Le disavventure della Scuola di Francoforte

di Patrizio Paolinelli L’accademia non ha mai amato la Scuola di Francoforte. L’ha subita molto malvolentieri durante gli anni ’70 del secolo scorso quando i libri di Adorno, Horkheimer, Marcuse e Fromm si vendevano come il pane e gli studenti universitari erano in rivolta. Se ne è sbarazzata con gran sollievo non appena ha iniziato

Leggi Articolo

VIOLENZA OSTETRICA: QUANDO LA MATERNITÀ DIVENTA SOLO UN PROBLEMA DELLE DONNE

di Sonia Angelisi PREMESSA La maternità è stata fino ad oggi molto poco indagata dal punto di vista sociologico. Considerare l’esperienza della maternità come un fatto sociale significa considerarlo, secondo la metodologia durkheimiana, come un fatto esterno all’individuo, coercitivo e causa di un altro fatto sociale. La maternità, quindi, non più concepita né come un

Leggi Articolo