ANCHE I SOCIOLOGI ASI A SUPPORTO DEL PROGETTO SCREENING DAYS

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someone

 

La governance del progetto ha incontrato gli studenti dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Sociali  “da Vinci-Nitti” di Cosenza

TAVOLO LAVORO COSENZA250, tra studenti e corpo insegnante, gli intervenuti alla giornata di disseminazione e sensibilizzazione alla cultura della prevenzione sanitaria e donazione degli organi presentata, nell’ambito del progetto Screeninndays, all’interno dell’auditorium dell’Istituto professionale di Stato per i servizi sociali Da Vinci – Nitti di Cosenza. La giornata, che ha avuto inizio alle ore 11.00, è terminata alle ore 13.15 con gran parte degli studenti ancora tutti presenti per assistere il cortometraggio proiettato. Quindici minuti molto toccanti che raccontavano del ritorno alla vita di un attore gravemente malato che ha beneficiato del trapianto di un organo vitale donato dalla famiglia di un giovane deceduto dopo un incidente stradale. Il cortometraggio ha reso tangibile tutto quanto esposto brillantemente dai tre medici dell’ospedale civile dell’Annunziata di Cosenza (Rita Roberti, Dirigente medico UO Nefrologia e dialisi ASPCosenza e Coordinatore locale per le attività di donazione e trapianti; Maria Vigna, Dirigente medico Anestesia e Rianimazione PO Annunziata di Cosenza e Coordinatore Locale AOCS ; Annalisa Mancuso, Biologa Banca Occhi Cosenza) intervenuti per spiegare agli studenti l’importanza del donare gli organi e l’utilità del trapianto, le procedure per arrivare all’espianto e com’è importante nel divulgare tale cultura, l’esempio, in particolare quello della famiglia Green (genitori di quel Nicholas morto in circostanze tragiche sull’autostrada calabrese e ormai divenuti testimonial della donazione degli organi). AUDITORIUM PROGETTO ASI COSENZA 1

L’altra parte della giornata è stata invece dedicata a spiegare l’altrettanto importante prevenzione sanitaria. Sono stati i dottori Gianfranco Filippelli Direttore dell’Unità Operativa di Oncologia Medica del P.O. di Paola e la dott.ssa Lorella Garofalo, medico estetico e dietologo a far comprendere agli studenti come sia fondamentale non fumare o non bere alcolici per condurre una vita sana e prevenire rischi oncologici. E’ stata spiegata la differenza tra prevenzione primaria, secondaria e terziaria ed i benefici di una dieta equilibrata e dell’attività fisica per elevare la nostra qualità della vita. La giornata è stata aperta dal sociologo ASI e direttore del progetto, dott. Davide Franceschiello, che ha brevemente spiegato che cos’è il progetto ScreeningDays, sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD, e quali obiettivi e risultati si prefigge di ottenere.

Catia Chiappetta ha invece illustrato ai presenti le attività della propria associazione, la Nuova Croce Azzurra di Cosenza, capofila di una serie di associazioni partner del progetto, come la LILT, L’AVAS Presila, l’ASPA Acri, la Croce Verde Silana, l’ASIT, l’ATC di S. Marco Argentano, L’ASI, associazione sociologi italiani che stanno supportando con le loro risorse umane  le attività del progetto.locandina incontro scuola-2 A portare i saluti di benvenuto il dirigente scolastico Giorgio Clarizio che ha sottolineato l’importanza della giornata e ringraziato i convenuti per l’apporto culturale fornito. Durante la giornata sono state consegnate dall’organizzazione alcune targhe ricordo per sottolineare il contributo dato dai relatori nel diffondere la cultura della donazione degli organi e della prevenzione sanitaria. Infine tutti i convenuti hanno ricevuto in omaggio un gadget del progetto, penne e spille con il logo del progetto e della Fondazione CON IL SUD. Sono state raccolte anche quattro dichiarazioni di volontà sottoscritte dagli studenti maggiorenni.


Lascia un commento

Anti - Spam *

Cerca

Archivio